Tecnologia

Nel dettaglio il nuovo impianto si compone di un gruppo defogliatore e lavatrice; la molitura avviene in una macina a tre molazze abbinata ad un frangitore a dischi; il banco di gramolazione formato da cinque vasche in serie in cui la pasta viene rimescolata e inviata successivamente al decanter che estrae la sansa, l’acqua di vegetazione e l’olio. Infine la separazione e purificazione dell’olio avviene in un separatore centrifugo a scarico automatico.
(Guarda il video sul processo di estrazione dell'olio extra vergine di oliva)

L’aspetto caratterizzante di assoluta peculiarità del nuovo frantoio è il sistema computerizzato esclusivo e innovativo basato sulla tecnologia Touch Screen che gestisce e controlla, mediante una rete Ethernet, tutto l’impianto e l’intero processo di lavorazione. Il software consente il monitoraggio e la registrazione dei parametri di funzionamento per garantire la tracciabilità del processo. Il sistema computerizzato consente infine di elaborare e stampare una tabella di lavorazione personalizzata che riporta per ogni cliente il peso delle olive in entrata e per ogni gramola il peso della pasta, i tempi di gramolazione, la temperatura dell’acqua, della pasta e dell’olio, la quantità totale di olio prodotto e la resa.
La tecnologia introdotta nel suo insieme assicura una lavorazione controllata delle olive per ottenere un olio di elevata qualità organolettica con minore acidità, meno perossidi, meno astringente e più armonico, più profumato e stabile.

Altra importante e strategica novità è l’annessione all’impianto di trasformazione, in un locale attiguo e separato, di una linea di imbottigliamento-confezionamento, a disposizione anche dei produttori per caratterizzare e valorizzare il proprio olio sul mercato.


Il processo di lavorazione delle olive ed estrazione dell'olio extra vergine di oliva del Frantoio Pavone

Guarda il video


 

Il processo di lavorazione delle olive con il tradizionale sistema a presse, nell'antico Frantoio della famiglia Pavone

Guarda il video